Ti trovi qui:

Home » Eventi » Faya + Ewa in concerto

Mediagallery:

Faya + Ewa in concerto

Piazza della Repubblica

Per assistere a questo spettacolo è necessaria la prenotazione online.

Prenota ora
Serata di premiazione per le volontarie della Protezione civile
con la partecipazione di A..N.C. – Ass. Naz. Carabinieri, A.N.F.I. – Ass. Naz. Finanzieri d’Italia, A.N.P.A.N.A. , A.N.P.S. – Ass. naz.le Polizia di Stato, A.R.I. Associazione radioamatori italiani, assonautica, C.I.S.O.M., C.I.V.E.S., C.R.I., Etruria soccorso, misericordia Antignano, misericordia Livorno, misericordia Montenero, radio club fieds S, S.V.S

A braccia aperte” è il titolo della 36°edizione di Effetto Venezia, un messaggio inclusivo, di accoglienza, impegno e partecipazione a esserci, a prenderci cura di noi stessi e dell’altro. Nella serata inaugurale, l’Amministrazione comunale e la Direzione artistica intendono dare un riconoscimento simbolico e importante alla cura come valore che scaturisce da un altro modo di sentire e vivere la relazione con l’altro, per diventare patrimonio non solo femminile ma universalmente umano.

A seguire FAYA + ẸWA in concerto

FAYA

FAYA è una brillante band con un’autentica ed affascinante esibizione sul palco. Rispettivamente originarie dell’Italia e della Germania, le tre musiciste Elena La Conte (flauto, voce & percussioni), Chiara Pellegrini (chitarra, voce & percussioni) e Kristina Vande Sand (violino, voce & basso) si sono conosciute nel 2018 a Lisbona, in Portogallo. La loro musica è una fusione di Klezmer, Funk, folklore italiano, ritmi africani, Chanson francese, Batucada e Jazz, riflettendo le loro rispettive radici e la loro insaziabile curiosità per le altre culture musicali.

FAYA è stata premiata come vincitrice del Creole Global Music Contest a Berlino nel 2019: “Questa band ha mostrato uno stile vario, un’elevata musicalità, grande comunicazione con il pubblico, un’esibizione vivace ed una grande gioia nel suonare”.
FAYA è una band composta dalla livornese Chiara Pellegrini (chitarra, voce & percussioni) dalla torinese (Elena La Conte (flauto, voce & percussioni) e dalla tedesca Kristina Van de Sand (violino, voce & basso) che s’incontrano in Portogallo nel 2018 nella poetica Lisbona, durante una serata musicale nello storico Tejo Bar. In questo emblematico bar lisboeta dove tutte le notti musicisti provenienti da tutto il mondo s’incontrano per suonare insieme e scambiarsi musiche e strumenti, attraverso variopinti repertori di samba, morna, fado, jazz, choro, funana’, bossa nova e molto altro, nasce una collaborazione che dà vita ad un repertorio unico, che riflette le loro personali e musicali esperienze. Questa è la principale ragione per la quale i loro concerti lasciano l’impressione al pubblico di viaggiare fra Europa, Latino America e Africa in pochi istanti: il Jazz, che Chiara ha studiato in Italia per poi diplomarsi in Olanda, la musica brasiliana e la musica Gipsy che Elena ha suonato a Paris, e la musica latina che Kristina suona da molto tempo. Coerentemente con la loro voglia di fusione musicale, le tre artiste cantano in varie lingue e spesso capita che si divertano improvvisando giochi ritmici e melodici con i quali coinvolgono il pubblico e lo trasformano in strumenti musicali, cori o addirittura uccellini cinguettanti. Faya ha registrato il suo CD Demo durante un concerto live in Amburgo nel 2019, e nello stesso anno ha vinto il primo premio al Creole Global Contest a Berlino organizzato dall’Istituto di Cultura di Berlino Werkstatt der Kulturen, dove la giuria ha premiato il trio per la loro “incredibile musicalità, capacità di comunicazione fra loro e di coinvolgimento del pubblico, originale strumentazione e fantastica performance”.

Contemporaneamente alla loro vita di musiciste, grazie alla rispettiva formazione pedagogica ed esperienza come insegnanti di musica in vari contesti e vari paesi, Elena, Chiara e Kristina lavorano spesso con i bambini; per questo hanno dato vita ad uno spettacolo audio-visivo per famiglie e piccoli ascoltatori che si chiama O canto da Baleia (Il Canto della Balena). In collaborazione con l’illustratrice Elide Gramegna, che attraverso un proiettore ed i suoi disegni sul palco crea un’atmosfera spettacolare, le quattro artiste narrano delle avventure della balena e dei suoi amici acquatici. Con questo progetto si esibiscono in Portogallo, Italia e soprattutto in Germania, dove raggiungono il palco della Kölner Philharmonie di Cologne.
Attualmente Faya continua ad esibirsi in tutta Europa, mentre prepara il suo primo Album con musiche originali.

ẸWA

ẸWA: una dichiarazione di intenti, prima di tutto, una rinascita, l’amore per le storie che si raccontano, perché nel suo linguaggio di origine, la lingua Yoruba, significa “bellezza”. ẸWA è un luogo dove tre musicisti si incontrano e si perdono l’uno nell’altra tra le parole dei testi di Elisa Arcamone: una complicità fatta di forza, grazia e poesia che esplode in suoni e colori emozionanti e puri.
Il progetto nasce nel 2018, dopo varie esperienze in altre band sempre di musica originale avute dai tre componenti (“Le bugie di Elisa”, “Missteryke”, “Demonkeys”). Un incontro musicale legato all’esigenza di far vivere i testi di Elisa; un cantautorato crudo e struggente con riferimenti a gruppi indie italiani dell’epoca d’oro ma con un occhio sempre aperto sui cantautori della storia della nostra canzone. Il genere: post-cantautorato dalle sonorità molto curate, ritmica ben presente come in una più classica band rock ma dal sapore molto moderno e dalle soluzioni nuove. Le chitarre elettriche pensate con delay, modulazioni e synth ne fanno un quadro intrigante. La formazione in power trio rende ogni musicista un satellite indipendente di questa dimensione ẸWA, ma allo stesso tempo una parte di un universo imprescindibile.
“Abbiamo promesso che non smetteremo mai di sognare”

Elisa Arcamone: voce, basso elettrico
Greta Merli: chitarra elettrica
Domenico Marinelli: batteria

Pagina Facebook: EWA

Canale Youtube: Elisa Arcamone