Ti trovi qui:

Home » Eventi » Impress e Claudio Coccoluto

Mediagallery:

EFFETTO VENEZIA ARCHIVIO - EDIZIONE 2016

Impress e Claudio Coccoluto

Piazza del Luogo Pio · Ore 22:00
29/07

“Quando l’arte e la musica si incontrano”

Dietro alla parola “Impress”, che richiama alla corrente artistica dell’impressionismo, c’è un nuovo concetto di performance che unisce arte e musica insieme. L’evento si dipana in varie fasi, migliorare la prima parte della notte con uno spettacolo dal vivo al pianoforte, creare l’atmosfera perfetta e elevare le emozioni del pubblico fino ad un momento della serata in cui niente sembra importante per poi giungere ad una performance che combina musica e arte dal vivo. La compagine presente a Effetto Venezia 2016 presenterà una serata tutta da ballare con tre Dj d’eccezione: Marco Effe, Luca Albano a.k.a Weg e come special guest il grandissimo Claudio Coccoluto. I tre saranno accompagnati da Francesco Carone al pianoforte, dalle performance artistiche di Marco Renna, dalle sonorità degli Hanguitar Project e dalla urban dance di Marco Ruben Contreras Mateluna.

Impress
Il progetto nasce all’inizio del 2014 a Berlino sulle rive del fiume Sprea, presso il Watergate Club, dall’ispirazione di due Dj italiani, Marco Effe e di Luca Albano a.k.a Weg, che iniziano a collaborare per dare vita ad un nuovo concetto di evento capace di uscire dalle logiche del “guest ad ogni costo” per concentrarsi maggiormente sull’identità del party. L’ambiente berlinese attrae molti artisti italiani e la commistione artistica tra i due si estende presto al pianista Francesco Carone con cui realizzano per Connaiseur Recordings “Canto D’Amore”. Nello stesso periodo il gruppo entra in contatto con Sjulle, artista danese che aveva realizzato molti artwork proprio per Connaiseur, e decidono di integrare le sue performance di live painting nel loro evento. Di lì a poco Impress include altri artisti italiani di stanza a Berlino come Ilario Alicante e James Mile.

Claudio Coccoluto
Claudio Coccoluto è il dj italiano più famoso e stimato all’estero, il più amato dai clubbers. Non a caso, durante la sua lunga carriera, si è esibito in tutti i club più famosi del mondo. Un artista eclettico, un battitore libero, uno spirito underground, ma anche un erudito che ha in casa 75 mila vinili accuratamente catalogati. Claudio Coccoluto lavora infatti solo con vinili:«So di essere un po’ snob. Non snobbo la tecnologia, ma sono affezionato alla manualità del disco». Nato a Gaeta, inizia a fare il DJ a soli 13 anni. Alla fine degli anni settanta esordisce su Radio Andromeda (prima emittente privata a Gaeta). Dal 1985 la sua fama varca i confini locali, partecipa a numerosi eventi di livello europeo ed è il primo Dj europeo a suonare al Sound Factory Bar di New York. Di casa al famoso club “Goa” di Roma, nel 1990 esordisce come produttore e negli anni a seguire esce con vari album: Vynil Heart, Do It Whitout Thinkin, Afromarslight, Mind Melody 3.0.  La sua ultima pubblicazione risale al 2008 con l’album imusicselection5 – Vynil Heart, raccolta di 14 tracce realizzata in un’unica sequenza di vinili ed effetti mixati a mano libera come in un club. Durante la sua attività di produttore lavora anche per Radio Deejay con il suo programma C.O.C.C.O. nel quale propone dj set in diretta mixando e interagendo con gli ascoltatori. Nel 2007 pubblica con Einaudi il libro “Io, DJ” in cui parla di sé stesso e della sua carriera. Nel 2009 partecipa alla trasmissione Matrix di Canale 5, nel 2010 è ancora in televisione come deejay a Ciao Darwin, programma televisivo condotto da Paolo Bonolis su Canale 5.