Ti trovi qui:

Home » Eventi » Franco Mussida – Il pianeta della musica e il viaggio di Iòtu

Mediagallery:

Franco Mussida – Il pianeta della musica e il viaggio di Iòtu

Palchi
Fortezza Nuova
Evento gratuito

Franco Mussida nasce a Milano nel 1947. Un artista che la musica l’ha sperimentata e raccontata in ambiti diversi. È uno dei fondatori della PFM – Premiata Forneria Marconi, con cui ha realizzato decine di album, composto suonato e cantato molti dei suoi successi nazionali e internazionali tra questi “Impressioni di Settembre”. Franco assieme ai membri del suo gruppo è uno dei padri del PROGRESSIVE non solo italiano, ma internazionale. All’esperienza artistica di gruppo ha dedicato oltre 57 anni della sua vita di cui più di 40 con la PFM. Ha collaborato, suonato con cantanti artisti e intellettuali tra cui: Fabrizio De André (ha curato la produzione artistica di De André – PFM), Lucio Battisti, Francesco Guccini, Paolo Conte, Lucio Dalla.

Nel 1984 fonda il CPM Music Institute di Milano, tra i più prestigiosi istituti musicali italiani di Musica Popolare. A questo aggiunge da oltre trent’anni un lavoro sociale e di ricerca in carceri e comunità, utilizzando la musica come strumento educativo. Tra i progetti realizzati “CO2”, un lavoro in 12 carceri italiane insignito nel 2017 della medaglia della Presidenza della Repubblica. Dal 2012 Mussida ha reso noto le sue ricerche sugli effetti della musica sulla struttura emotiva, attraverso l’arte visiva e la saggistica. A riguardo, tra il 2013 e il 2020 scrive 5 saggi. Gli ultimi: “Il Pianeta della Musica” (Salani Editore, 2019) e “L’oro del Suono” (Nomos, 2021). Inoltre, progetta e realizza mostre esperienziali, installazioni permanenti in prestigiosi luoghi museali del nostro paese, tra cui la Triennale di Milano, e la Fortezza da Basso di Firenze, dove riceve nel 2015 il premio Lorenzo de’ Medici assieme ad Anish Kapoor. Il suo lavoro di ricerca sul mistero che trasforma la musica in emozioni prosegue tutt’ora nelle carceri di San Vittore, luogo che frequenta dal 1987, e nella comunità di San Patrignano.