Ti trovi qui:

Home » Eventi » WELCOME ON SOFA’

Mediagallery:

WELCOME ON SOFA’

Palco del Luogo Pio · 20:30

Prenotazione online non necessaria

di e con Alessia Cespuglio e Stefano Santomauro
con la partecipazione di Silvia Lemmi e Carlo Bosco
Regia video Raffaele Commone

Alessia Cespuglio e Stefano Santomauro sono felici di invitarvi sul sofà più chiacchierato della città. Dopo il grande successo delle ultime due edizioni “Welcome On Sofà” ritorna in versione deluxe in Piazza del Luogo Pio, Cubo edition. Ora più che mai parlare con gli artisti che animeranno i palchi di Effetto Venezia 2020 sarà un momento importante per condividere con la città l’evento culturale più importante dell’anno e di questo anno soprattutto.

Accompagnati dal Maestro Carlo Bosco e dalla poliedrica attrice Silvia Lemmi, e con i contributi grafici e non solo di Raffaele Commone (Meteora Comunicazione) il sofà diventerà un vero e proprio show che animerà tutte le sere la piazza più bella della Venezia. Ospiti d’eccezione, improvvisazioni funamboliche, domande e curiosità su tutto quello che vorreste sapere e non avete mai osato chiedere.

21 agosto
Saluti Istituzionali
Intervengono
Luca Salvetti – Sindaco di Livorno
Rocco Garufo – Assessore al Turismo e al Commercio
Simone Lenzi – Assessore alla Cultura
Francesca Ricci – Direttrice artistica Effetto Venezia e dintorni 2020
Presentazione del Video ”Livorno è unica”

Ospiti
GIORGIO MANNUCCI – Piazza della Repubblica
LAURA LEZZA- Lessico di Quarantena/ Immagini e Parole della nuova quotidianità
MARIA PIA BERNARDONI – Lessico di Quarantena/ Immagini e Parole della nuova quotidianità
GIULIA BERNINI – Uova alla Pop
GAETANO VENTRIGLIA – Compagnia Garbuggino- Ventriglia
SILVIA GARBUGGINO – Compagnia Garbuggino – Ventriglia
ELEONORA ZACCHI – Centro artistico il Grattacielo
RICCARDO DE FRANCESCA – Centro artistico il Grattacielo
VITTORIO CECCANTI – Music Fest
ELENA FARULLI – Compagnia Trabagai
GIORGIO MONTELEONE – Compagnia Trabagai
GRETA MERLI – Collettivo T.E.M.P.O
LORENZO VALDAMBRINI – Surfer Joe
RENATA SFRISO – Ass. ConcerArti
E con la straordinaria partecipazione di GIOBBE COVATTA (alle 21:30)

Contributo video durante il talk show
LAURA LEZZA
LESSICO DI QUARANTENA
Immagini e parole della nuova quotidianità.

Da un progetto di Laura Lezza e Maria Pia Bernardoni
Fotografie di Laura Lezza / Getty Images
Parole tratte da un testo di Stefano Bartezzaghi, con il suo consenso

La pandemia ha cambiato i nostri gesti e il nostro quotidiano. In modo estremamente rapido ed incisivo, durante la quarantena le nostre abitudini sono state stravolte, nuovi termini sono diventati di uso comune o hanno assunto significati prima inimmaginabili e al tempo stesso è cambiato il nostro modo di occupare gli spazi fisici e la nostra estetica. In pochi giorni è mutato il nostro lessico visivo e verbale.

La fotografa di news di Getty Images Laura Lezza e la curatrice di progetti fotografici internazionali Maria Pia Bernardoni hanno immaginato una riflessione attraverso le immagini e le parole che ritengono maggiormente indicative di questo profondo cambiamento. Una proiezione di fotografie scattate durante i giorni della pandemia, accompagnata da una selezione di parole tratte da un testo di Stefano Bartezzaghi, con il suo consenso.

A seguire
Un inusuale cambio palco a cura di Alessia Cespuglio
con Silvia Lemmi e con la irriverente partecipazione di Stefano Santomauro e Carlo Bosco

Il Covid ha stravolto, rivisto e corretto tante delle nostre abitudini sociali in special modo se si tratta di pulizie e sanificazione. La sanificatrice per eccellenza, la donna che non teme nessun tipo di germe sfiderà il pubblico ogni sera, cercando di rendere il Cubo di Piazza del Logo Pio il posto più pulito e sanificato della città. Fra canzoni, scherzi e inattese telefonate del marito che non trova i calzini nel cassetto dei calzini aiuterà il pubblico nelle operazioni di entrata e uscita dalla piazza. Ma sempre col sorriso sulle labbra. E il cencio in mano.

 

CUBO
Da un’idea di Alessia Cespuglio e Raffaele Commone
In un momento così difficile dovuto alla Pandemia da Covid-19 quello dello spettacolo dal vivo è uno dei comparti lavorativi e artistici più colpito. Durante la quarantena, come genitori e come lavoratori dello spettacolo, Alessia e Raffaele si sono spesso confrontati su quello che sarebbe stato il loro futuro come categoria e come singoli artisti. Il distanziamento sociale dovrà diventare amico, vissuto e affrontato con entusiasmo, evitando di subirlo quanto piuttosto di attivare nuove pratiche che permettano di fruire la vita, l’arte e la socialità. È così che durante la quarantena i pensieri a voce alta si sono trasformati nel progetto “CUBO”, un palco completamente rivestito di bianco come a ricordare le pareti delle nostre case in cui abbiamo vissuto per molto tempo e dove gli artisti hanno provato ad alleggerire gli animi. Ma questa volta, su quel cubo, non ci sarà nessuna parete. Questa volta, l’artista vedrà tutti e sarà visto da tutti, libero di esprimersi.