Ti trovi qui:

Home » La manifestazione

La manifestazione

Luca Salvetti, Sindaco di Livorno
“L’Amministrazione Comunale ha deciso di realizzare Effetto Venezia, per tre motivi importanti. Innanzitutto perché Effetto Venezia è la festa estiva della città, alla quale tutti siamo affezionati. Un legame che dura da 35 anni e che non potevamo saltare. E’ un anno particolare questo, la pandemia ha limitato le nostre vite per un lungo periodo, ma ora che la criticità è cessata, ma non l’emergenza, l’Amministrazione Comunale ha deciso di offrire alla città la kermesse con le dovute precauzioni anti contagio. L’obiettivo è realizzare 6 serate di spensieratezza, tra spettacoli, arte, cultura, mercati e visite in battello.

Abbiamo considerato Effetto Venezia come un’opportunità, un’occasione per dare lavoro ai livornesi ed al comparto culturale cittadino, che quest’anno è stato coinvolto nella realizzazione del festival. Avrà infatti il compito di gestire le sei piazze che ospiteranno la spettacolazione dell’edizione 2020.

Inoltre, grande importanza abbiamo dato alla sicurezza per la salvaguardia della salute dei cittadini. Metà budget destinato alla kermesse è stato usato per pagare 124 stuart e addetti al controllo che si occuperanno di vigilare affinché siano rispettate le normative ed i comportamenti anti-covid.

La mascherina sarà obbligatoria nei luoghi al chiuso e dove non è possibile garantire la distanza di sicurezza, sarà necessaria la prenotazione obbligatoria per partecipare agli spettacoli e sarà misurata la temperatura corporea all’ingresso agli spettacoli. Sono certo che i cittadini livornesi parteciperanno alla festa attenendosi scrupolosamente alle regole”.

Simone Lenzi, assessore alla Cultura del Comune di Livorno
“Ripartiamo dalla cultura, dalla musica, dalla spettacolazione, dal piacere del bello. Quest’anno abbiamo deciso di condurre i cittadini in un “Effetto Venezia e dintorni. A cielo aperto” , limitando il più possibile le manifestazioni al chiuso, fatta eccezione per le mostre nei nostri musei, e privilegiando gli spazi aperti. Questo per rispettare le normative regionali e nazionali, ma anche e soprattutto per tornare a riappropriarsi dei contesti urbani e viverli pienamente.

Questa 35 esima edizione di Effetto Venezia nasce durante il lockdown, quando ho convintamente coinvolto tutte le realtà teatrali, associazioni culturali e spettacolari del territorio livornese, attraverso tavoli dedicati, con l’obiettivo di valorizzarle, di recepire il loro contributo di idee ed energie e dare loro la giusta collocazione nel tessuto cittadino. A loro spetta quest’anno il compito di regalare bellezza e divertimento per 6 serate, in vari luoghi e piazze del centro città, con circoli, cantine e fortezze aperte per l’occasione, tutti ingredienti per un successo che auspichiamo e che sono certo avverrà grazie al sostegno dei cittadini e al loro senso di responsabilità”.

Rocco Garufo, assessore al Turismo e Commercio del Comune di Livorno
“Anche quest’anno Livorno avrà Effetto Venezia. Con coraggio e molta attenzione l’Amministrazione Comunale ha scelto di organizzare l’evento spettacolare più importante dell’estate livornese e oramai conosciuto in tutta Italia. L’obiettivo è quello di attirare il turismo di prossimità e valorizzarlo offrendo spettacoli, arte, cultura, mercatini, gite in battello e buon cibo. Il nostro intento è quello di dare un segnale di ripresa economica e culturale nel più totale rispetto delle norme anti Covid. La festa d’estate livornese vuole essere il punto di partenza per il rilancio della città”.