Ti trovi qui:

Home » Notizie » La storia di Livorno proiettata sulle mura della Venezia: ecco il video-mapping

Mediagallery:

La storia di Livorno proiettata sulle mura della Venezia: ecco il video-mapping

Progetto audiovisuale realizzato con il contributo di Port Authority per Effetto Venezia 2015 “La terra dei diritti”

“A tutti voi, mercanti di qualsivoglia nazione, Levantini, Ponentini, Spagnoli, Portoghesi, Greci, Tedeschi, Italiani, Ebrei, Turchi, Mori, Armeni, Persiani ed altri […] concediamo […] reale, libero e amplissimo salvacondotto e libera facoltà e licenza che possiate venire, stare, trafficare, passare e abitare con le famiglie e, senza partire, tornare e negoziare nella città di Livorno (…)”

Seguendo lo spirito di questo straordinario patto fondativo Proforma videodesign, in occasione di Effetto Venezia 2015, presenta un racconto audiovisivo tridimensionale sulla città di Livorno e i suoi abitanti, dalle leggi livornine a oggi. Le mura della Fortezza Vecchia e gli edifici del quartiere della Venezia prenderanno vita, cambiando di forma e colore grazie all’utilizzo della tecnica “video mapping”, un tipo di videoproiezione evoluta, che trasforma qualsiasi superficie in uno schermo dinamico. L’approccio concettuale punta alla valorizzazione dell’elemento etnoantropologico attraverso la continua frammentazione e ricomposizione dello spazio urbanistico-architettonico.

Questo progetto, che richiede notevoli competenze in ambito artistico e tecnico, è stato affidato a Nicola Buttari e Martino Chiti, professionisti con esperienza decennale in ambito video, grafico e fotografico, che già nell’edizione passata di Effetto Venezia 2008 avevano animato la quadratura interna della Fortezza Vecchia e il mastio di Matilde per tutta la durata del festival.

Dal 29 Luglio al 2 Agosto, per la prima volta in assoluto, Livorno sarà palcoscenico di uno spettacolo video intenso e coinvolgente, che lascerà lo spettatore a bocca aperta.

Le proiezioni sono videomapping, ovvero video proiettati su edifici ricalcandone le forme.

Gli spazi e utilizzati per le installazioni sono:

-il lato esterno della Fortezza Vecchia dalla parte del Ponte Santa Trinità, nella porzione inclusa tra il bastione Capitana e il Bastione Ampolletta.

-l’edificio d’angolo tra via Borra e Scali del Pesce sul retro del Comune, nel quartiere della Venezia.

Gli orari sono dalle 22 alle 2 di notte per tutti i 5 giorni della durata del festival, dal 29 luglio al 2 agosto.

Nell’ambito del lavoro che svolgeremo durante questa edizione di Effetto Venezia, per conto dell’Autorità Portuale e del Comune, grazie al contributo dell’Associazione Livorno Com’Era e di Alessandro Orfano, e del supporto tecnico di Giacomo Vespignani– commentano dall’agenzia Proforma videodesign –  il nostro intento, oltre alla grande soddisfazione di poter lavorare nella nostra città descrivendone le radici e la cultura, è quello di poter importare delle tecniche che sono ormai riconosciute e utilizzate ovunque. Non per questo semplici o economiche ma di certo di grande effetto e utili a descrivere e inaugurare nuove opere, festival, rappresentazioni di vario tipo e grandi eventi in generale. Ricordiamo come grandi sponsor pubblicizzino i propri prodotti illuminando interi grattacieli, come grandi opere pubbliche vengano inaugurate attraverso queste nuove tecniche, come città intere vi dedichino festival accendendo l’intera urbe (fete de la lumiere di Lione ndr)”.

Cos’è PROFORMA- Proforma è un progetto che, dopo anni di esperienza, concretizza le già esistenti collaborazioni tra Nicola Buttari e Martino Chiti. E’ un collettivo di videodesign specializzato in videoinstallazioni e 3dmapping per grandi eventi e marchi prestigiosi (DROMe, BMW, etc….).

Martino Chiti, fotografo e videomaker; Vive per quasi 10 anni a Madrid dove studia e approfondisce la sua necessaria passione per la fotografia e l’immagine trasformandola in lavoro. Da qui prosegue il suo cammino in altri luoghi: Firenze, Roma, New York, Santiago. Attualmente di nuovo a Livorno e padre di una figlia.

Professionalmente spazia in molteplici ambiti fotografici e video. Dal reportage all’arte fino agli eventi e allo spettacolo. Sfocia fino alla video arte per arrivare all’uso del video live e quindi alle videoinstallazioni ai new media e al 3dmapping attraverso il collettivo PROFORMA, come nel caso del lavoro presentato per Effetto Venezia.

www.martinochiti.com/

Nicola Buttari, si occupa di video installazioni per eventi e spettacoli e insegna grafica e web in corsi di formazione.

Dopo l’accademia delle arti digitali Nemo NT di Firenze, (2005) comincia a lavorare come grafico e web design. Il viaggio di formazione in Canada (2006) gli trasmette una forte  passione per l’animazione e per le arti visive che lo trasformano da “grafico di poltrona” a artista visual.

Con il progetto Pornorobotz si fa presto conoscere in tutti gli ambienti legati alle arti elettroniche e i suoi personaggi animati diventano protagonisti delle notti musicali, talvolta anche più dei dj guest.

Tra il 2007 e il 2012 vive tra Firenze, Bologna e Roma,  partecipa a numerosi festival e si esibisce nei più famosi locali d’Italia. Parallelamente comincia a insegnare in corsi di formazione grafica e web design. Tra il 2012 e il 2013 si trasferisce in Svizzera. Qui apprende la tecnica del 3d mapping e perfeziona il suo stile visual, trasformandolo in una performance interattiva.

Tornato in Italia, parallelamente al lavoro di docente in corsi di formazione regionali, crea insieme al collega fotorgafo Martino Chiti, il progetto di videodesign PROFORMA.

www.nicolabuttari.it

PROFORMA

Videodesign&3Dmapping

www.proformavideodesign.com