Ti trovi qui:

Home » Notizie » Nada e Sandrelli chiudono Effetto Venezia. Ma anche Concita De Gregorio e “Ossessione”

Mediagallery:

Nada e Sandrelli chiudono Effetto Venezia. Ma anche Concita De Gregorio e “Ossessione”

Programma ricchissimo domenica 2 agosto per la chiusura di Effetto Venezia 2015. Dopo quattro serate di successo per ogni palco della manifestazione, finale in grande stile con Nada, la cantante livornese che sarà in piazza del Luogo Pio (ore 22) con il suo nuovo lavoro “Occupo poco spazio”, il disco italiano più coraggioso e affascinante pubblicato quest’anno (clicca sul link in fondo all’articolo per consultare e scaricare il programma).

In via dei Floridi (ore 21.30) un appuntamento da non perdere : “Favole in musica con Amanda Sandrelli (voce recitante) e Gabriele Baldocci (pianoforte).

Incontro con la letteratura in Fortezza Vecchia ( Sala Ferretti, ore 21) dove la nota scrittrice e giornalista Concita De Gregorio presenterà il suo libro “Mi sa che fuori è primavera” una storia drammatica tratta da un fatto di cronaca.

E poi teatro sul tema dei reclusi e degli emarginati in sintonia con il file rouge di Effetto Venezia, ovvero  “Livorno terra dei diritti”. In Fortezza Vecchia ( piazza della Cisterna, ore 22) per la regia di Lamberto Giannini sarà rappresentata Ossessione, il Surplace di Maspes, una coproduzione della Compagnia Mayor Von Frinzius e Teatro Goldoni;  al Teatro Vertigo (via del Pallone ore 21.30) viaggio tra soggetti reclusi per una riflessione a più registri sulla reclusione umana e su quella animale con “Come galline in un pollaio” mentre in piazza Anita Garibaldi (ore 20) una “ Biblioteca vivente” con persone in carne ed ossa  che si mettono a disposizione come un libro per raccontare le proprie storie.

Proiezioni cinematografiche sul palazzo dei Domenicani ( sarà proiettato “Tempi Moderni” con Charlie Chaplin e Paulette Godard), nella suggestiva sala degli Archi della Fortezza Nuova (ore 21.30) dove si potrà assistere alla visione di “Rimaflow”, storie di una fabbrica recuperata, mentre il Centro Donna (Largo strozzi ore 21.30) con il Festival Corti di Sabbia proporrà una serie di cortometraggi.

Non poteva mancare in serata finale Pietro Mascagni. In occasione del 70° della sua scomparsa (Mascagni è morto a Roma il 2 agosto del 1945) il Maestro sarà ricordato come uomo e musicista  in una biografia raccontata tra musiche e parole ( Fortezza Vecchia, ore 21) e a seguire (ore 22.30) Cavalleria Rusticana, riduzione in forma scenica del celebre melodramma.

Info: https://www.livorno-effettovenezia.it/